Donna moderna pubblica un interessante articolo sulla maternità, ispirandosi al Rapporto mamme 2016 di Save the Children intitolato “Le equilibriste”.

Se nel 2016 il numero di mamme italiane era di 19 milioni e 500 mila, si stima che tra 20 anni il numero scenderà a 18,7 milioni.

Le nascite scendono, l’offerta di welfare pubblico è soggetta alla contraizone generale della spesa sociale e le famiglie sempre più spesso sono costrette a caricare sulle spalle delle mamme il peso della gestione delle attività di cura.

Non è una novità, ma le linee di sviluppo non sembrano promettenti e anche le misure di sostegno alla maternità e al reddito delle nuove famiglie,  si devono confrontare con un’informazione lacunosa e un insieme di difficoltà di accesso che non invoglia le ragazze e i ragazzi a identificare la famiglia come un destino accattivante.

[vai all’articolo completo]