Il 23 giugno 2016 è stata presentata a Roma la proposta di una rete di professionisti e operatori che mira a tutelare il benessere dei bambini e delle bambine nei primi mille giorni di vita.

Dalla metà del 2012 alla fine del 2015, oltre 14.300 mamme e familiari di 11.350 bambini sono stati accompagnati da Save the Children nell’ambito di Fiocchi in Ospedale, un progetto che ha l’obiettivo di tutelare il benessere del bambino sin dai primi giorni di vita, intercettando precocemente possibili situazioni di disagio sociale ed economico e sostenendo i genitori attraverso una stretta collaborazione con l’ospedale e il territorio

Dall’esperienza del progetto Fiocchi in Ospedale, attivo in diversi ospedali a Bari, Milano, Napoli, Roma, è nata la proposta della Rete Fiocchi in Ospedale, per unire e mettere in comunicazione capacità e competenze delle diverse realtà che lavorano con impegno in questo ambito.

“Troppe mamme ancora oggi in Italia affrontano il momento della nascita in solitudine, senza una adeguata rete di sostegno. Obiettivo della Rete Fiocchi in Ospedale è quello di mettere insieme l’impegno delle migliori realtà professionali e associative esistenti in Italia per garantire, a tutti i bambini, di nascere e di crescere nei primi mille giorni in un ambiente sereno, protetto e ricco di opportunità”, ha affermato Raffaela Milano, Direttore dei programmi Italia – Europa di Save the Children Italia.

Solitudine e isolamento, aumento insostenibile delle spese per la gestione della vita quotidiana, servizi distanti, inaccessibili, costosi e lenti: sono solo alcune delle più comuni preoccupazioni riscontrate dagli operatori e dalle operatrici di Fiocchi in Ospedale nelle neomamme beneficiarie del progetto, mamme che in molti casi sono sole, senza un marito o un compagno al proprio fianco, oppure donne straniere che non parlano la lingua italiana o, ancora, ospiti in strutture di accoglienza dove non potranno però più vivere dopo la nascita del bambino.

In questo contesto, al fine di tutelare il benessere del bambino e non lasciarne indietro nessuno, la Rete Fiocchi in Ospedale intende dunque creare occasioni di scambio e dialogo tra professionisti e operatori e favorire la condivisione di informazioni e prassi di intervento per superare problemi comuni, potenziando l’impatto delle azioni di interlocuzione e pressione sulle politiche pubbliche rivolte ai bambini in Italia.